Lucca, 8 febbraio 2014

10 02 2014

a

 

b

 

c

 

d

 

e

 

f

 

g





Giorno del Ricordo: sabato un corteo silenzioso in centro per onorare i martiri delle Foibe.

5 02 2014

Lucca, 5 febbraio – Un corteo silenzioso, composto da bandiere tricolori e fiaccole, che attraverserà una zona del centro storico. È l’iniziativa organizzata da CasaPound Italia Lucca per onorare i martiri delle foibe a ridosso del 10 febbraio, Giorno del Ricordo.

“Tenere viva la memoria sulle foibe e la tragedia degli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia – dichiara CasaPound Lucca in una nota – è un dovere che ogni anno ci impegnamo ad onorare. CasaPound Italia, a livello regionale toscano, è giunta ormai al suo sesto corteo, che dal 2012 viene organizzato a rotazione dalle varie sezioni provinciali. Quest’anno il compito è toccato alla nostra, e siamo onorati di poter dare il nostro contributo alla memoria degli esuli e degli italiani massacrati sul confine orientale.”

“Nonostante l’istituzione del Giorno del Ricordo che ricorre il 10 febbraio – continua la nota – sono ancora presenti atteggiamenti di contrasto alla memoria o di vera e propria negazione storica di ciò che è successo, provenienti da quella matrice culturale e politica anti-italiana che, ancora oggi, impedisce alla nostra Nazione un serio ed oggettivo dibattito storico su quel periodo. È proprio per non dimenticare il sacrificio di quegli italiani che molti giovani continuano, in tutta Italia, a ricordare questa immensa tragedia nazionale, nascosta per decenni grazie all’oblio imposto da chi ha usato la retorica della resistenza per fini anti-italiani.”

“Il nostro corteo sarà aperto a tutti coloro che hanno a cuore la memoria delle migliaia di italiani uccisi, infoibati – conclude CPI – o costretti a fuggire dalla loro terra. Sarà una marcia silenziosa, composta da fiaccole e bandiere tricolori sotto i quali ogni italiano e lucchese potrà riconoscersi. L’appuntamento è dunque per sabato 8 febbraio, alle ore 16:00 in Piazzale Verdi.”

Per info: 3463205032 – casapoundlucca@yahoo.it





Corteo in ricordo dei martiri delle Foibe

3 02 2014

corteofoibe





Corteo in ricordo dei martiri delle foibe 2013

16 03 2013




Foibe, io non scordo

4 03 2013

foibefi





Foibe: Di Stefano (Cpi), complice classe politica indifferente il Giorno del ricordo diventa giornata di odio e negazionismo

11 02 2013

Roma, 10 febbraio – ‘’Basovizza disertata dalle autorità, scritte oltraggiose a Firenze, lapidi distrutte a Torino e a Genova. Ancora una volta il Giorno del Ricordo, complice una classe politica indifferente e colpevole, diventa la giornata del negazionismo e dell’odio’’. Lo sottolinea Simone Di Stefano, candidato premier di CasaPound Italia, che questa mattina, con una delegazione del movimento, si è recato al campo della Memoria di Nettuno per rendere omaggio ai martiri delle foibe e ricordare il massacro di decine di migliaia di italiani da parte delle truppe titine.

Come ogni anno, per non dimenticare, Cpi ha organizzato cortei, fiaccolate e presidi in tutta Italia, oltre alla manifestazione virtuale ‘Io non scordo’, la sesta edizione della commemorazione on line che ha visto, tra le 11 e le 12, migliaia di aderenti e simpatizzanti del movimento osservare un’ora di silenzio su social network, blog e forum, ricordando le vittime dei massacri titini con un Tricolore listato a lutto. Il Giorno del ricordo è stato celebrato anche su Rbn, la web radio del movimento, con un lungo speciale fatto di interviste, musica e letture. Tra le interviste quella, a cura della redazione di Perugia, al sindaco di Calalzo di Cadore Luca De Carlo, la cui amministrazione ha recentemente dedicato la sala consiliare del Comune a Norma Cossetto, infoibata e seviziata dai partigiani titini per il solo fatto di essere italiana, e che negli anni scorsi ha chiesto ripetutamente al Presidente della Repubblica e ai sindaci d’Italia interessati la rimozione dell’intitolazione a Tito di 11 strade del nostro Paese.





Foibe: CasaPound Italia ricorda nelle piazze e sul web, Di Stefano al campo della memoria di Nettuno

8 02 2013

Roma, 8 febbraio – Manifestazioni in tutta Italia, mobilitazione sul web e una maratona radio. Anche quest’anno CasaPound Italia promuove una serie di iniziative per non dimenticare i martiri delle foibe. Domenica 10, in occasione del Giorno del Ricordo, fiaccolate e cortei saranno organizzati da Cpi in una cinquantina di città italiane mentre una delegazione del movimento, guidata dal candidato premier Simone Di Stefano, alle 10, renderà omaggio ai caduti della Rsi al campo della memoria di Nettuno. Commemorazione on line poi, tra le 11 e le 12, per la sesta edizione di “Io non scordo”, manifestazione virtuale organizzata da CasaPound Italia e Radio Bandiera Nera. Su social network, blog e forum migliaia di aderenti e simpatizzanti di Cpi ricorderanno le vittime dei massacri titini con un Tricolore listato a lutto e osservando un’ora di silenzio. Inoltre, a partire dalle 12, il Giorno del ricordo sarà celebrato anche su Rbn, la web radio del movimento, con un lungo speciale fatto di interviste, musica e letture.

“Lo scorso anno – ricorda CasaPound Italia – il Giorno del ricordo fu segnato da una serie di episodi di violenza e prevaricazione da parte di chi, per motivi puramente politici e strumentali, vorrebbe far dimenticare il massacro di decine di migliaia di italiani da parte delle truppe titine. A quasi dieci anni dall’approvazione della legge che riconosce il sacrificio di quei nostri connazionali, avvertiamo dunque ancora più forte la necessità di celebrare questa data e contrastare con il ricordo qualsiasi forma di minimizzazione e negazionismo. Ma quest’anno vogliamo esprimere un auspicio in più: che nessuno abbia la tentazione di utilizzare questa ricorrenza a fini propagandistici e che tutta la comunità nazionale voglia ribadire che ‘la verità non può essere infoibata’”.