No al contributo volontario

10 05 2013

s1

 

s2

 

s3





Blocco Studentesco: alle politiche sosterremo la candidatura di CasaPound Italia.

24 01 2013

Lucca, 24 gennaio – A poche ore dall’ufficialità della presenza in Toscana delle liste di CasaPound Italia per le prossime elezioni politiche, il Blocco Studentesco rende noto il suo sostegno, attraverso l’affissione di striscioni a Firenze, Prato, Massa, Arezzo, Lucca, Siena e Pistoia, e tramite volantinaggi all’entrata di decine di scuole toscane.

“Sosteniamo la candidatura di CasaPound Italia perché crediamo sia possibile concepire una scuola diversa – affermano i ragazzi del Blocco Studentesco Lucca – Una scuola formativa, come luogo privilegiato della formazione integrale dell’allievo, una scuola interattiva dove lo studente sia parte attiva delle lezioni e dove abbiano maggiore importanza i seminari e i momenti di discussione rispetto alla semplice imposizione di nozioni”.
“Sosteniamo la candidatura di CasaPound Italia perché crediamo sia necessario e indispensabile investire sull’istruzione pubblica; perché siamo contrari agli imponenti tagli delle ultime riforme; perché siamo contrari a qualsiasi ingerenza dei privati nei consigli di istituto e perché riteniamo inaccettabili fondi e finanziamenti alla scuola privata.
Sosterremo CPI perchè, in definitiva – conclude il Blocco Studentesco – riteniamo indispensabile per il futuro del paese l’esistenza di una scuola pubblica qualificata e qualificante che risponda agli interessi della Nazione”.





La scuola che vogliamo!

24 01 2013

lsv1

 

lsv2

 

lsv3





Istruzione: il Blocco Studentesco plaude il Comune sulle politiche giovanili

24 12 2012

Lucca, 24 dicembre – Dopo l’occupazione dell’Agorà interviene sul tema degli spazi di aggregazione anche il Blocco Studentesco, organizzazione di CasaPound Italia che sta muovendo i primi passi anche a Lucca.

“Il Blocco Studentesco si rallegra delle parole dell’assessore alla pubblica istruzione Ilaria Vietina, attraverso la quale il Comune si è impegnato a proseguire sulla strada delle politiche giovanili >.

Per questo – continua la nota – inoltreremo al Comune la richiesta di uno spazio gratuito per poter svolgere liberamente le nostre attività aperte a tutti, ma pregiudicate dal prezzo degli affitti in città, impossibili da sostenere per degli studenti.

Anche se l’iter delle richieste pare comprendere una preventiva occupazione dell’Agorà, salteremo questo passaggio per non dover costringere assessori e consiglieri a fare la spola dal Comune, viste le rigide temperature invernali.”





Video manifestazione nazionale

26 11 2012




Foto manifestazione nazionale

26 11 2012





Rivolta!

14 09 2012