QUESTIONE ROM, CASAPOUND: LA VICENDA HA SUPERATO IL LIMITE DEL GROTTESCO.

23 01 2014

Lucca, 23 gennaio – “Una vicenda che ha abbondantemente superato il limite del grottesco e del buonsenso”. È con questa dichiarazione che CasaPound Italia torna ad intervenire in merito alla questione dei finanziamenti per la sistemazione dei Rom, spendendo parole anche in merito alle minacce subite dal sindaco Tambellini.

“La telenovela dei Rom inizia seriamente a stancare – dichiara CasaPound Italia in una nota – e i cittadini non ne possono più di essere presi in giro. A fronte di un continuo rimpallo di soluzioni e di responsabilità, una sola cosa emerge con chiarezza: l’inadeguatezza e l’incapacità della classe politica cittadina, nessuno escluso. Da una parte un centro-sinistra in preda al delirio totale, determinato a difendere scelte assurde e incomprensibili, dall’altro un’opposizione quasi inesistente, che si perde in chiacchiere e in mere dichiarazioni demagogiche. È questa la situazione politica della nostra città, abbandonata a se stessa e immobile da ormai svariati anni”.

“L’episodio delle presunte minacce al sindaco Tambellini non può che essere condannato – aggiunge CPI – ma attenzione a non farsi fregare: un comportamento esecrabile come quello rischia di essere cavalcato in via strumentale per mettere in cattiva luce la sacrosanta e doverosa opposizione ai provvedimenti di cui stiamo parlando. Il dissenso popolare nei confronti delle migliaia di euro spesi per i Rom e per la loro sistemazione nel centro storico è cosa logica, che solo una giunta miope ed accecata dal fanatismo pro-integrazione e pro-immigrazione non riesce a comprendere.”

“Mentre il presidente della Regione Rossi indica nell’integrazione la via del futuro, e la giunta comunale non riesce a trovare una soluzione più attenta ai bisogni dei lucchesi – conclude CassPound Italia – altri nomadi residenti proprio al campo di via delle Tagliate sono stati colti a rubare materiale da un capannone. Se aggiungiamo una situazione generale in cui molte attività chiudono perché non ce la fanno più; la povertà aumenta anche tra i lucchesi; le infrastrutture necessarie non partono e le strade sono ridotte a uno schifo, ci chiediamo come possa questa giunta avere ancora il coraggio di non vergognarsi.”

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: