Cittadinanza onoraria ai figli di immigrati. CasaPound Italia “Basta strumentalizzare la Città di Lucca”.

5 10 2013
Lucca, 5 ottobre – “L’attuale Amministrazione utilizza ancora una volta la Città di Lucca come cassa di risonanza delle battaglie politiche del centrosinistra nazionale”. Così CasaPound Italia commenta la cittadinanza onoraria ‘simbolica’ ai figli di immigrati, ideata e portata avanti dal Comune di Lucca, che ha deciso di inserire all’interno delle celebrazioni delle Mura, la cerimonia di consegna.
“Dopo aver indetto nei mesi scorsi un consiglio comunale ‘straordinario’ sul conferimento della cittadinanza onoraria ai figli di immigrati nati a Lucca – spiega Cpi Lucca – il centrosinistra lucchese ha quindi inserito la cerimonia all’interno di una celebrazione che con queste cose non ha niente a che fare, strumentalizzando le Mura a fini politici. Il centrosinistra nazionale è lanciato in un progetto dogmatico di redifinizione dei concetti di nazione e nazionalità italiana, appoggiando in modo supino l’ideologia dello ius soli, per cui chiunque nasce in Italia dovrebbe diventare automaticamente italiano. Tale ideologia trova vigenza solo nei Paesi nati dall’immigrazione di massa, come gli Stati Uniti. In Europa invece non trova che rare applicazioni, e solo con dei correttivi che ne riducono la portata”.CasaPound Italia denuncia quindi “la visione razzista che dà per scontato che un cittadino straniero in Italia voglia e debba diventare italiano per essere finalmente un essere umano di serie A. Gesti eclatanti come la cerimonia indetta dal Comune, mirano solo a far considerare ‘ovvio’ un qualcosa che ovvio non è, a chiudere gli spazi di dibattito, a istituzionalizzare un’ideologia faziosa che non consente ad un non-italiano, di potere vivere in Italia senza rinnegare la propria origine”.

CasaPound aggiunge che “se l’approccio al fenomeno immigratorio va cambiato si deve semmai andare nella direzione opposta a quella intrapresa dal Comune. La tragedia di Lampedusa ci deve ammonire in tale senso: essa non è che il drammatico emblema del fallimento delle politiche immigrazioniste sostenute dalla sinistra ed estremizzate dal Presidente della Camera Boldrini e dall’attuale ministro Kyenge. Un approccio che intenda risolvere concretamente il problema non può che individuare nell’immigrazione di massa una tragedia per chi si sposta e per chi accoglie. Favorire l’immigrazione e sponsorizzare iniziative come quelle di domani significa alimentare la tragedia”.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: