CasaPound Lucca: “Ecco perché abbiamo ripulito il Parco della Rimembranza”

1 08 2011

Abbiamo letto sulla Gazzetta di Lucca la Sua lettera, avente ad oggetto la ripulitura del Parco della Rimembranza, operata da CasaPound Italia.Ringraziamo innanzitutto per gli elogi rivolti a questa azione, che si inserisce nella campagna a sostegno della salvaguardia e del restauro del Parco, lanciata da Italia Nostra, e a cui abbiamo aderito con entusiasmo (la nota di adesione, dalla quale si evince lo spirito con cui partecipiamo, è rintracciabile sui siti di informazione lucchese e su quello di Italia Nostra).La nostra iniziativa si è sostanziata nella ripulitura del Parco, nell’apposizione di nastri tricolori al Faro, al basamento del Masso e ad uno dei lecci, unitamente a dei cartelli informativi sul Parco e all’apposizione di una rosa bianca. Infine, in segno di rispetto, abbiamo posato la nostra bandiera sul basamento.Ci siamo permessi di rendere omaggio ai caduti e al Parco, perché altri si sono permessi di lasciarlo nell’incuria e nell’oblio per decenni, facendolo diventare una res derelicta. Un eventuale ‘proprietario’ del Parco, sarebbe decaduto dai propri diritti, perché ha gravemente mancato nei propri doveri, ponendolo in uno stato di abbandono e in un silenzio spezzato, per prima, da Italia Nostra, alla quale infatti avevamo comunicato preventivamente il nostro intervento.Nella sostanza, nessuno è proprietario del Parco, e tutti lo siamo. Tutti avevamo e abbiamo il dovere del ricordo dei soldati lucchesi morti in guerra, anche se non hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana, che sarebbe nata solo trent’anni dopo.Per quanto riguarda CasaPound Italia, è un’associazione nata nel 2008, attiva su tutto il territorio nazionale, che affronta varie tematiche sociali e culturali. Il nome deriva da Ezra Pound, uno dei più importanti scrittori del Novecento, famoso anche per le proprie teorie economiche incentrate sulla lotta all’usura monetaria.A Lucca abbiamo dato vita a decine di iniziative, sviluppando anche una forte sensibilità verso i luoghi abbandonati, sfociata nella mostra fotografico – documentaria, “Lucca abbandonata, Lucca ritrovata”, patrocinata dal Comune di Lucca. Tale mostra, che ha avuto un’eco nazionale, si è condensata in un catalogo, la cui seconda edizione è stata finanziata – per l’interesse culturale che riveste – dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca.Delle nostre iniziative, e delle prospettive della campagna per la tutela del Parco della Rimembranza, ci piacerebbe parlare con Lei a voce. Per questo, mi è gradito invitarLa ad un incontro informale, per il quale mettiamo a disposizione la nostra sede in Via Michele Rosi 63, o in altro luogo che Le torni più comodo.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: