Tutto esaurito il ‘corso base di fotografia gratuito’ dell’associazione epsilon e Comune di Lucca

13 10 2010

Sono bastati pochi giorni di pubblicizzazione su internet, per fare in modo che il ‘corso base di fotografia gratuito’, organizzato dall’associazione culturale ‘epsilon’ e patrocinato dal Comune di Lucca, vedesse il tutto esaurito.
Il gruppo Facebook ha infatti raggiunto in breve tempo le trenta adesioni per gli altrettanti posti disponibili – arrivando a superare poi le sessanta – e iscrizioni via mail e telefono hanno reso ancora più tondo il successo di un’iniziativa che evidentemente era aspettata da molti lucchesi.
‘Eravamo convinti della bontà dell’iniziativa – spiegano gli organizzatori – ma siamo rimasti comunque sorpresi. I posti si sono riempiti nella fase larvale della pubblicizzazione, comportando quindi di non andare in stampa con il materiale programmato, e convincendoci a organizzare nuovamente il corso per l’inizio del prossimo anno, in modo da dare soddisfazione a più persone possibile.
Il nostro obiettivo – continuano – è rendere fruibili gratuitamente le conoscenze di base di quello che è un processo creativo: la fotografia. Vogliamo ‘armare’ le persone di macchina fotografica affinché diano sfogo all’immaginazione, alla loro visione. Affinchè aprano gli occhi per mordere la realtà.
Ringraziamo sentitamente – concludono – i due fotografi che si sono messi a disposizione per tenere questo corso che insegnano da tempo e che normalmente ha per i partecipanti un costo’.
Il corso si svolgerà presso il Foro Boario, con inizio mercoledì 27 ottobre. Si sviluppa in nove lezioni (sei teoriche e tre pratiche), ed è totalmente gratuito.

per informazioni

epsilonlucca@gmail.com

Annunci




Nessun Dolore

13 10 2010





in libreria dal 13 ottobre “Nessun Dolore” – Una storia di CasaPound ed. Rizzoli

12 10 2010

Domenico di Tullio, “Nessun Dolore”, Rizzoli, 2010 – Una storia di Casapound

dal 13 ottobre nelle librerie della tua città

Per la prima volta una casa editrice non d’area pubblica un libro d’area. La ragione ? La forza del romanzo e della storia (biografica) è maggiore dei pregiudizi e dell’opportunismo politicamente corretto. Dunque comprarlo è un dovere. Tanto più che si troverà in ogni libreria d’Italia. Compresi autogrill.

il romanzo dell’autunno, la storia dell’anno, lo stile del secolo.





Corso base di fotografia

7 10 2010





CORSO Base di FOTOGRAFIA (Gratuito)

7 10 2010

mercoledì 27 ottobre · 21.30 – 23.30
Foro Boario – Lucca

Corso Base di Fotografia organizzato dall’Ass.Cult. “epsilon”.

Il corso è patrocinato dal Comune di Lucca ed è totalmente GRATUITO.

Esso si articola in nove lezioni: sei teoriche e tre pratiche.

Le prime sei lezioni teoriche si svolgeranno all’interno della sala del Foro Boario (tra Borgo Giannotti e Ponte San Quirico) e riguarderanno:

– la macchina fotografica
– l’esposizione
– il ritratto
– il paesaggio
– la foto di macro
– introduzione al fotoritocco

Le successive tre lezioni pratiche vedranno gli iscritti fare esercitazioni ed uscite assieme all’insegnante.

Le lezioni si terranno ogni mercoledì sera, alle ore 21:15.
Il corso inizierà mercoledì 27 ottobre.

per info e iscrizioni:

epsilonlucca@gmail.com
3493808139
Associazione Culturale “epsilon”, via Michele Rosi 63, Centro Storico.





La Doppia Giustizia

5 10 2010





Modificare il regolamento per un’idea diversa di città

5 10 2010

“È giunto il momento di rivedere il regolamento sui pubblici esercizi e di intraprendere un serio percorso di consultazione e concertazione che possa portare a soluzioni equilibrate – è quanto sostiene CasaPound Italia, che nel gennaio 2009 contestò lo stesso regolamento con la trasformazione di piazza XX settembre in un cimitero – La sentenza che libera i gestori dei locali dalla responsabilità di ciò che avviene all’esterno degli stessi, sconfessa un aspetto importante e grottesco del regolamento, dando ragione a chi da un anno e mezzo lo critica. Tuttavia dev’essere ridiscussa la stessa impostazione che sta alla base della normativa. Se vogliamo che Lucca sia una città viva e sicura, è necessario trovare un punto di convergenza fra gli interessi dei residenti, dei commercianti, ma anche dei fruitori dei locali serali, per la maggior parte giovani”.

“E’ assurdo che il centro storico, punto di riferimento e cuore pulsante di tutta la città – prosegue la nota – debba essere ostaggio di comitati che rappresentano qualche decina di persone. Esso non è appannaggio esclusivo dei residenti, ma appartiene a tutti. Il regolamento rappresenta tuttavia solo una parte del problema; ciò che andrebbe discusso e sviluppato è un concetto diverso di città: un centro storico al passo coi tempi dal punto di vista culturale e anche ‘serale’, e inoltre commerciale e imprenditoriale, per il quale pare possibile prendere spunto da numerosi esempi di città italiane o europee. Le vie cittadine non sono autrostrade e le piazze autogrill per la sosta-caffè. Sono tessuto vitale della città, la nostra stessa storia e le persone devono essere messe in condizione di viverle appieno, come è sempre stato. Il coprifuoco che il regolamento fa aleggiare sulla città, invece, va chiaramente nel senso opposto”.

“Ci auguriamo che il Comune abbia a cuore il futuro di questa città ed inizi a valutare l’idea di un centro storico diverso, magari partendo proprio dalla messa in discussione del regolamento sui pubblici esercizi. Invitiamo pertanto la stessa amministrazione comunale – conclude CasaPound Italia – a tenere conto dell’opinione non solo dei commercianti e dei residenti, che rappresentano comunque una minoranza, ma anche di chi di fatto la città la vive, e che in tutti questi mesi ha manifestato il proprio malumore verso una situazione che, pian piano, rischia di uccidere il centro storico”.