Ciao Pietro

29 06 2010

Roma, 29 giugno – ‘’Pietro Taricone a CasaPound era arrivato qualche mese fa, con l’umiltà e l’entusiasmo di chi è privo di sovrastrutture. Da entusiasta quale era ci ha aiutato a mettere su ‘Istinto rapace’, il gruppo di paracadutismo sportivo della nostra associazione, senza chiedere nulla, giusto per la voglia di far conoscere a tutti un’esperienza che gli aveva cambiato la vita, quel gusto di ‘saltare’ del quale non si stancava mai di parlare. Pietro si sentiva fortunato, e quella fortuna voleva condividerla’’. Lo afferma Gianluca Iannone, presidente di CasaPound Italia.

‘’C’è piaciuto nostro malgrado Pietro Taricone, e ci è piaciuto anche per questo – aggiunge Iannone – Avrebbe dovuto essere tutto quello che non ci rappresenta e invece era esattamente quello che tutti noi siamo, e lottiamo ogni giorno per essere. Coraggio, umiltà, altruismo, simpatia. Erano queste le doti che ci piacevano di lui. E che ci piacevano ancora di più perché non era in lui che avremmo pensato di trovarle. Pietro Taricone se n’è andato oggi, non prima di averci dimostrato che i luoghi comuni non esistono e che la volontà riscatta qualunque destino. Ciao, Pietro. Ci manchi già’’.

Annunci




Conferenza Mutuo Sociale

29 06 2010





Conferenza sul Mutuo Sociale giovedì alla Pia Casa

29 06 2010

CasaPound Italia conferma l’appuntamento con la conferenza sull’emergenza abitativa e la presentazione della proposta di legge sul Mutuo Sociale. L’iniziativa si svolgerà giovedì 1 luglio alle ore 17.00 presso l’Auditorium della Pia Casa in via S. Chiara.

L’incontro, che avrebbe dovuto svolgersi venerdì 18 giugno all’interno di Palazzo Ducale, viene dunque confermato dopo che la Provincia di Lucca negò all’associazione la sala Mario Tobino successivamente a un movimentato consiglio provinciale che ha scatenato un vero e proprio caso politico.





Tana delle Tigri

22 06 2010





La Provincia di Lucca nega la libertà d’espressione

18 06 2010

Lucca, 18 giugno – “Ieri si è consumata una pagina triste per la libertà di espressione a Lucca”, così si apre la conferenza stampa di CasaPound Italia in merito all’autorizzazione prima concessa e poi negata per svolgere oggi una conferenza sul tema ‘emergenza abitativa – Mutuo Sociale’ a Palazzo Ducale. A parlare sono Simone Pellico e Fabio Barsanti, responsabili dell’associazione.

“Il Consiglio provinciale è stato strumentalizzato e utilizzato come tribunale politico dalla maggioranza che ha approvato un’interrogazione presentata da RC-Pdci che mirava a toglierci l’agibilità di una sala assegnataci oltre due mesi fa per parlare di ‘emergenza abitativa’, un tema sociale importante e di forte attualità. Durante la discussione, assente il Presidente Baccelli, l’assemblea si è spaccata e i consiglieri di centro-destra hanno abbandonato i propri seggi sedendosi fra il pubblico, in segno di aperto dissenso da un atto arbitrario e motivato non su fatti concreti, ma su pregiudiziali ideologiche”.

“I paradossi di questa vicenda sono molti – continua la nota – iniziando dal fatto che CasaPound Italia partecipa da un anno e mezzo al ‘Patto sulla convivenza cittadina’, promosso dalla Provincia proprio per unire le varie anime della nostra città. Se quindi da un lato è da tempo che dialoghiamo con la Provincia e siamo promotori del Patto e dei suoi contenuti, dall’altro la maggioranza consiliare ci ha tacciato di avere come fine “l’eversione dell’ordine democratico”. La Provincia quindi ci conosce, collabora con noi da un anno e mezzo per creare inclusione sociale e convivenza, e allo stesso tempo ci marchia come movimento ‘eversivo’ e censura il nostro diritto di espressione: siamo alla follia”.
“Un altro paradosso è che Rifondazione Comunista, in Consiglio comunale, ha aderito alla mozione che ha espresso solidarietà all’unanimità a CasaPound Italia dopo le aggressioni subite. Ci saremmo aspettati anche dal Consiglio provinciale una posizione analoga nei nostri confronti. Hanno invece preferito far finta di nulla, rendendo chiaro che non condannano la violenza in generale, ma solo quella strumentalizzabile politicamente. E con questa interrogazione hanno reso chiaro che non hanno a cuore la convivenza e la pace sociale, ma tendono invece a discriminare e alzare steccati contro una associazione che ha fatto del confronto libero la sua cifra caratteristica”.

“L’unica spiegazione a questo atto liberticida, grottesco e paradossale – concludono i responsabili di CPI – è il peso che i gruppi della sinistra extraparlamentare, i quali evidentemente pretendono il monopolio sulle tematiche sociali, hanno in Consiglio e la necessità anche per il resto della maggioranza di cedere alle loro pressioni in vista delle prossime elezioni provinciali”.





Provincia di Lucca

18 06 2010





Anteprima mondiale del nuovo cd ZETAZEROALFA

18 06 2010

A Lucca la presentazione del CD sarà fatta ovviamente all’EPSILON, in Via Michele Rosi 63.

A partire dalle ore 19:30:
apericena per gustare l’attesa dell’ascolto del CD dopo tre anni da “La Ballata dello Stoccafisso”. Verranno sparati a tutto volume i migliori pezzi della storia degli ZETAZEROALFA.

Alle ore 21:
religioso spacchettamento, inserimento e ascolto del nuovo CD, “Disperato Amore”, in contemporanea in tutta Italia. In anteprima.

Durante la serata sarà possibile acquistare il nuovo CD.

Per prenotazioni scrivere un messaggio privato sul profilo FB di CPI Lucca o mandare una mail a:
casapoundlucca@yahoo.it

“Disperato Amore”… i vivi, i morti e quelli che vanno per mare…

Sabato 19 giugno, Via Michele Rosi 63.