“Lucca Abbandonata”: dibattito e presentazione catalogo

23 02 2010





Alla Pia Casa una conferenza-dibattito sui luoghi abbandonati Ad organizzarlo ‘CasaPound Italia’ ed ‘epsilon’, che presenteranno il catalogo della mostra

23 02 2010

Lucca, 23 febbraio – Una conferenza-dibattit

o su luoghi ed edifici abbandonati nel Comune di Lucca. Questa l’iniziativa promossa per sabato 27 febbraio alle ore 16:30 dalle associazioni ‘epsilon’ e ‘CasaPound Italia’, con la presenza del vice-sindaco Pierami e gli architetti Bedini e Mannocci.

“Questa iniziativa rappresenta la seconda fase del progetto ideato attraverso la mostra fotografica “Lucca abbandonata. Lucca ritrovata” realizzata nel mese di gennaio – dichiarano Fabio Barsanti e Simone Pellico, responsabili delle associazioni – E’ nostra intenzione stimolare un dibattito su un problema molto avvertito dai cittadini lucchesi, come provato dal numero i visitatori della stessa mostra; uno scambio di opinioni e di esperienze che possa essere utile alla città e a chi la vive. La scelta dei relatori segue questa linea: abbiamo deciso di mettere insieme due autorevoli esperti della materia come l’urbanista Gilberto Bedini e il presidente di ‘Italia Nostra’ Roberto Mannocci, coinvolgendo anche rappresentanti delle amministrazioni pubbliche”. Il dibattito sarà moderato dagli stessi organizzatori: “Vogliamo creare le basi per una stimolante occasione di confronto; Il momento ci pare quanto mai opportuno: progetti di recupero
come il PIUSS e il mercato del Carmine sono nel pieno della loro discussione, non senza divergenze e difficoltà emerse soprattutto nelle ultime settimane in vista della loro definitiva approvazione. Per questo invitiamo i cittadini ad intervenire in un dibattito che si preannuncia partecipato da una platea composta da altri esperti dell’argomento: architetti, storici, rappresentanti politici”.

Durante la conferenza sarà inoltre presentato il catalogo fotografico-documentario della mostra: “Abbiamo deciso di realizzare una pubblicazione che possa servire come censimento degli edifici abbandonati, oltre che come strumento di divulgazione documentaria e artistica – proseguono gli organizzatori – Una trasposizione su carta dei contenuti della mostra, con qualche aggiunta e molte foto in più”.

Nei giorni di sabato 27 e domenica 28, infine, verrà riallestita la stessa mostra all’interno della saletta comunale di Corte dell’Angelo, ingresso via Roma, con orario 10:00 – 19:30.





“Lucca Abbandonata” sul Tgt

21 02 2010




Tesseramento CPI Lucca 2010

16 02 2010





Sostieni CasaPound Italia Lucca: tesseramento 2010

16 02 2010

Tesseramento CasaPound Italia Lucca 2010:

Un modo per sostenere concretamente l’associazione e contribuire alle sue attività.
Attraverso la tessera rivolta ai simpatizzanti (“Aderente”), compatibile con qualsiasi altra tessera o appartenenza, potrai sostenere CasaPound Italia nella tua città.

Per fare o rinnovare la tessera contattaci sul nostro gruppo Facebook o tramite mail: casapoundlucca@yahoo.it

Saluti,

CasaPound Italia Lucca





Corso di paracadutismo sportivo

16 02 2010





Nasce “ISTINTO RAPACE-gruppo paracadutismo CASAPOUND ITALIA”.- padrino Pietro Taricone

16 02 2010

Nasce il gruppo di paracadutismo sportivo di CasaPound, ‘padrino’ Pietro Taricone

alla scuola di Terni un ‘prestito d’onore’ per pagare il corso, così lo sport diventa per tutti

Roma, 15 febbraio – Scende in campo il ‘’Gruppo Istinto rapace’’. Sono gli ’arditi’ della scuola di paracadutismo sportivo di CasaPound Italia. Un’iniziativa che ha un ‘padrino’ d’eccezione, l’attore Pietro Taricone, che si è fatto promotore dell’incontro tra Cpi e ‘The zoo’, la scuola di Riccardo Paganelli con sede a Terni. L’obiettivo dell’operazione è rendere accessibile a tutti uno sport normalmente molto costoso. E infatti l’accordo tra Cpi e la scuola di Terni si basa su una sorta di ‘prestito d’onore’. In pratica, il corso, a prezzo di costo, 1.275 euro, potrà essere pagato in rate mensili da 100 euro, delle quali sarà CasaPound Italia a farsi garante.

‘’Niente finanziamenti, niente banche, ma un accordo che si fonda su una stretta di mano: praticamente una rivoluzione – spiega Fabrizio Croce, responsabile sport di CasaPound Italia – E’ una vittoria per noi, di quelle che contano. Significa offrire ai ragazzi la possibilità di iniziare uno sport che non promette telecamere o vetrine ma che senza dubbio consente di crescere, come individui e come gruppo. Significa dimostrargli che la ‘parola d‘onore’ ha ancora un valore. Insomma, e’ un progetto che ha tante implicazioni, nel quale crediamo molto e sul quale vogliamo investire. A coordinarlo per Cpi sarà Tiziano Nocilli e la sua prima ‘missione‘ sarà la nascita di una squadra acrobatica di CasaPound Italia’’.

‘’Quando ho cominciato a ‘lanciarmi’ mi sono innamorato di questo sport – racconta Pietro Taricone – ‘Saltare’ da 4.500 metri con un paracadute a profilo alare è un’esperienza unica, che vorrei potessero conoscere anche altri. Lo sport ci aiuta a crescere, a incanalare le energie nel giusto modo, a stare lontani da quelle derive nichiliste che continuano a cercare di imporci come modelli culturali. Avvicinare i ragazzi allo sport, dargli una mano a comprendere e amare anche quelle discipline che finora sono rimaste privilegio di pochi è il mio modo di fare volontariato. E con CasaPound Italia su questo siamo in totale sintonia: l’incontro con Cpi è stato fortuito, ma ho capito subito di aver trovato l’interlocutore giusto, per concretezza, pulizia e voglia di fare’’.

L’iniziativa partirà ufficialmente domenica 28 febbraio, con una giornata di festa e sport organizzata all’aviosuperficie di Terni. Sarà un primo incontro, in cui si raccoglieranno le adesioni e chi sarà presente potrà ’lanciarsi’ in tandem con l’istruttore a 180 euro o provare l’emozione di un ‘viaggio passeggero’ accanto al pilota del Cessna 675 Caravan della scuola